Articoli

logo azienda pubblica

Il patrimonio vincolato nel bilancio degli atenei: significato, funzionamento contabile delle poste, implicazioni gestionali

La riforma dell’università italiana (legge 240/2010) ha sostituito la contabilità finanziaria con quella economico-patrimoniale. Anche il budget segue il criterio di competenza economica, pur conservando carattere autorizzatorio. L’articolo analizza il rapporto tra il budget economico e la composizione del Patrimonio Netto nel bilancio d’esercizio: in particolare, viene esaminato il trattamento contabile delle poste di Patrimonio Netto vincolato. L’articolo, anche in un quadro di confronto internazionale, evidenzia come, a fronte di costi autorizzati ma successivamente non sostenuti, si renda necessario vincolare una parte del patrimonio netto degli enti. L’analisi consente di fornire indicazioni utili agli organi istituzionali, sia sul significato di alcune scelte in fase di programmazione, che sull’interpretazione del risultato d’esercizio.

______________________________________

Italy reformed its Higher Education system with the law 240/2010. The reform enacted the shift from modified cash accounting to an accrual-based system, both in budgeting and financial reporting. The budget authorises now expenses and investments, instead of expenditures: the article explores the effects that the use of an authorising budget may have on the financial statements. In particular, we emphasise the need to allocate part of the result of the period to the restricted equity when expenses authorised in the budget do not incur in the same period. The article has practical implications for the governing committees of universities, since it clarifies the implications of some budgeting decisions as well as the meaning of the result of the period.

__

Key words: Accounting system, universities, restricted equity

logo azienda pubblica

Ammortamenti e capital maintenance nella nuova disciplina dei bilanci universitari

Negli atenei statali con rilevanti immobilizzazioni di proprietà, l’informazione economica prevista dalle norme d’imminente applicazione (D.Lgs. 18/2012, D.I. 19/2014) sarà significativamente influenzata dai valori di prima iscrizione delle immobilizzazioni e dal peso dei relativi ammortamenti. I criteri al riguardo previsti, tuttavia, presentano margini interpretativi tanto ampi da minare l’utilità comparativa. Inoltre, la loro formulazione denuncia un’insufficiente meditazione sul modello di capital maintenance in essi implicito, che può tradursi, in prospettiva temporale, nel graduale e dissimulato deterioramento delle risorse su cui la capacità erogativa delle aziende universitarie si fonda.

______________________________________

The new Italian legislation on public universities financial statements (D.Lgs. 18/2012, D.I. 19/2014) provides criteria on valuation and amortization of properties plant and equipment whose interpretation may lead to uncomparability of the economic performance information. What is more relevant, such criteria do not seem to adequately consider the capital maintenance implication of the amortization process, which may turn out to impair the operating capability of universities in the long run.

_

Key words: Depreciation, Capital Maintenance, Universities

logo azienda pubblica

La programmazione delle università italiane si rinnova: riflessioni e primi riscontri empirici

Il presente lavoro si focalizza sulla programmazione economico-finanziaria delle università pubbliche italiane. S’intende analizzare e confrontare i documenti previsionali annuali e pluriennali di tali atenei per perseguire tre obiettivi conoscitivi: verifica dell’esistenza di un uniforme modello di budget economico e degli investimenti; ruolo del bilancio di previsione non autorizzatorio in contabilità finanziaria; peculiarità e problematiche del processo di programmazione e dei relativi strumenti. La ricerca si avvale anche dei risultati di un’indagine empirica svolta sui 20 atenei italiani che hanno utilizzato strumenti di programmazione in contabilità economico-patrimoniale almeno dal 2013.

_____________________________________

This article deals with Italian State universities economic and financial programming system. Analysing and comparing the annual and triennial budgets, we want to pursue three main aims: verification of the existence of a uniform model of accrual based economic budget and investments budget; role of the cash based budget; peculiarities and problems of the programming process and the connected tools. An empirical analysis has been conducted too, based on the 20 Italian State universities who have used accrual based programming tools since at least 2013.

_

Key words: Budget, Accrual Accounting, Universities

logo azienda pubblica

La pianificazione strategica nelle università: alcune evidenze empiriche dall’Italia e una proposta metodologica 

L’articolo tratta il tema della pianificazione strategica nelle università, alla luce degli adempimenti richiesti dalla normativa italiana e delle evidenze emergenti dalla prassi. Il primo paragrafo introduce alcune considerazioni in termini di adempimenti legislativi e di implicazioni gestionali. Il secondo paragrafo descrive le prassi di redazione e comunicazione dei piani strategici emergenti da una ricerca empirica sulle università italiane, mentre il terzo paragrafo suggerisce un approccio metodologico al processo di pianificazione strategica. Dalle conclusioni emerge una scarsa propensione degli atenei a impostare un completo ciclo di pianificazione e controllo, e ancor più la scarsa propensione a rendere pubblici i propri piani.

______________________________________

This article deals with strategic planning in universities, considering both the legislative requirements and the emerging practices of Italian universities. The first section introduces some general observations in terms of regulatory prescriptions and management implications. Section 2 describes the practices of Italian universities with respect to the preparation and communication of strategic plans. Section 3 outlines a methodological framework for the strategic planning process. The conclusions highlight the low propensity of universities to set up a complete planning and control process and to publish their strategic plans.

_

Key words: Strategic planning, Universities

logo azienda pubblica

La misurazione del capitale intellettuale nel settore universitario. Un modello di analisi basato sulla logica fuzzy

Nell’economia attuale, basata sulla conoscenza, il capitale intellettuale (CI), definibile come sistema di risorse cognitive ed intangibili in grado di garantire differenziali competitivi sostenibili e duraturi alle organizzazioni, è visto come elemento essenziale per la creazione del valore in ogni tipo di organizzazione. Esiste un crescente interesse nell’applicare l’approccio basato sul CI per gestire le università, i cui principali obiettivi sono la produzione e diffusione della conoscenza. In linea generale, i metodi per misurare il CI possono essere distinti in due filoni, quello misurazionale, teso a sviluppare metodi in grado di assegnare un valore economico al CI e quello gestionale, focalizzato sulla creazione, utilizzazione e gestione del CI. L’articolo ha l’ambizione di combinare le due differenti scuole di pensiero, attraverso l’utilizzo di un metodo, la fuzzy logic, che utilizzando indicatori per lo più qualitativi produce come output finale un numero. Il modello è stato creato ad hoc ed applicato al settore universitario austriaco, in considerazione del fatto che le università austriache sono obbligate per legge (UG 2002) a pubblicare i propri report del CI.

______________________________________

In the current knowledge-based economy, intellectual capital (IC), definable as the system of cognitive and intangible assets able to guarantee sustainable and durable competitive advantages to an organization, is viewed as an essential condition for value creation in any kind of organization. Recently, there has been a growing interest in applying an IC approach to the management of universities, whose main goals are the production and diffusion of knowledge. In general, IC assessment methods can be divided into two streams: the measurement stream, aimed at producing a number expressive of the IC’s economic value, and the management stream, mainly focused on IC creation, management and utilization. This article has the ambition to combine these two different schools of thought by singling out an index, based on IC qualitative indicators, that returns a numeric value through a fuzzy logic methodology. The model has been created ad hoc and applied to the Austrian university sector, due to the fact that Austrian public universities are the first institutions worldwide obliged by law (UG 2002) to publish IC Reports.

_

Key words: Intellectual capital, Universities, Fuzzy logic