Articoli

Logo SIDREA

La politica di bilancio nella dottrina economico-aziendale: riflessioni critiche

Il presente lavoro prende spunto da una riflessione: negli ultimi anni gli studi italiani inerenti il nostro settore disciplinare – su qualunque oggetto e, se possibile ancora di più in materia di bilancio – si sono concentrati, prevalentemente se non addirittura esclusivamente, sugli aspetti quantitativi dei fenomeni investigati. Analisi statistiche e di casi reali hanno messo in ombra – seguendo un approccio tipicamente internazionale – la tradizionale analisi qualitativa, caratteristica degli studi aziendali del nostro Paese. Tuttavia, molto spesso un tale atteggiamento, se da un lato può essere considerato più moderno, maggiornemente in linea con le tendenze internazionali e può portare (forse) a risultati più utili per gli operatori, dall’altro ha fatto perdere rapidamente attenzione per i contributi dottrinali, anche dei nostri migliori studiosi, ovvero di quelli che fino a pochi anni fa erano universalmente considerati come Maestri o comunque dei fondamentali punti di riferimento per coloro che si dedicavano alla ricerca. Si è quindi deciso di “recuperare” ed utilizzare come base di riferimento del ragionamento successivo tali contributi, a nostro avviso estremamente importanti per la corretta interpretazione del fenomeno delle politiche di bilancio. Scopo del presente lavoro è pertanto quello di analizzare le politiche di bilancio da un punto vista dottrinale, per poi giungere a considerazioni che, anche sotto il profilo operativo, possano essere utili a chi redige, interpreta o revisiona il bilancio di periodo. In effetti, la tutela delle nostre “radici” non necessariamente è – e non deve essere – contraria allo sviluppo della disciplina. […]

Key-Words: Politiche di bilancio

 

Logo SIDREA

Is Global Adoption of IFRS Achievable? Suggestions from Legitimacy Theory

The objective of this study is to show why “adoption” of one set of globally accepted accounting standards has been unachievable. By “adoption” we mean that a jurisdiction incorporates IFRS instantly as published by the IASB into its national accounting: in other words, the adoption is supported by the fact that the IASB is acknowledged as the legitimate body to draft and issue accounting standards. The IASB has only gained pseudo-“adoption” (not as written by the IASB) of its standards by several but not all countries. Legitimacy is the acceptance of an entity’s audience to act within the entity’s social values. For example, the due process of the FASB is attainable at a national level where national authorities (SEC) adopt, police and enforce compliance with national GAAP: this aspect is defined by the legitimacy theory as output legitimacy (Richardson and Eberlein 2011). However, while the IASB achieved a recognized and respected accounting board (consistent with input legitimacy) and an internationally recognized due process (consistent with throughput legitimacy); “adoption,” or achieving policing and enforcement (consistent with output legitimacy) of its standards globally has proven to be empirically illusive. Almost no country has “adopted” IFRS. Our study of the literature shows that national politics remain a critical component of standard-setting within and across countries and has eroded the output legitimacy strategy consistent with that taken-on by the IASB to globalize its accounting standards (Dahl 1999, Grant and Keohane 2005, Richardson and Eberlein 2011). […]

Key-Words: Politiche di bilancio

Figure 1 – Organization Structures Diagrammed to Reflect Similarities

Figure 2 – Due Processes

Table 1 – Operating Income (in percent) – 2013 Annual Reports

Logo SIDREA

Team Play for Stretching IFRS in the European Enforcement System

There is a consensus that the quality of IFRS enforcement mechanisms in scrutinizing financial reporting varies across European member countries (Ball, 2016). Against this background, this paper investigates whether the IFRS enforcement system at a supra-national level can prevent opportunistic behaviors at a national level that conflict with the objectives of accounting harmonization. Through the theoretical lens of new institutional accounting (Wysocki, 2011), the paper presents the case study of the Bank of Italy share revaluation within the European enforcement system. The case illustrates how the complex interactions among key actors – at company, industry, national and supra-national level – can lead to a failure of the enforcement system. Findings indicate that opportunistic behaviors can occur in interstices between formal institutions under given circumstances, such as interpretation uncertainties of IFRS, cooperation between formal and informal institutions (at a national level), and weaknesses of accounting enforcement (at a supra-national level). The paper analyses those opportunistic behaviors identifying a new type of earnings management, new institutional earnings management, based on inter-firm cooperation arising in the interstices between formal institutions’ scopes. As a result, it stresses the need of a vigorous enforcement at a supra-national level, with relevant policy implications for European institutions.

Key-Words: Politiche di bilancio, IFRS, enforcement, new institutional accounting, earnings management

Logo SIDREA

La governance e il valore negli spin-off universitari. Il ruolo degli insider nella manipolazione dell’informativa contabile

Negli ultimi anni l’attenzione della letteratura verso i fattori di crescita e promozione dell’university entrepreneurship originati dagli spin-off universitari – aziende appartenenti alla categoria delle New Technology-Based Firm (NTFB) create con il supporto dell’università e dei suoi membri e aventi per lo più carattere di PMI (piccola e media impresa) – ha conosciuto un notevole incremento (Fini et al., 2011; Baldini, 2010; Sternberg, 2014; Pazos et al., 2012; Guerrero et al., 2016; Kirchberger e Pohl, 2016). Poiché a livello potenziale tali start-up costituiscono uno strumento utile per stimolare la creazione di valore e lo sviluppo di economie basate sulla conoscenza (Pirnay et al., 2003; Benneworth e Charles, 2005; Sternberg, 2014), le determinanti legate alla loro genesi ed evoluzione sono divenute questioni chiave nelle azioni di policy concernenti la diffusione dell’innovazione e il relativo governo in contesti ambientali specifici (Mustar, 1997; Lockett et al., 2005). Data la loro natura il più delle volte di imprese high-tech ad alto contenuto conoscitivo-immateriale (Roberts e Malonet, 1996; Shane, 2004; Steffenson et al., 2000), tuttavia, gli spin-off universitari soffrono non solo le problematiche associate al lancio di una nuova attività che affliggono di norma le PMI, ma anche le difficoltà legate allo sviluppo di nuove tecnologie e competenze (Oakey et al., 1996). Come emerge dalla letteratura (tra cui Hall e Rosenberg, 2010; Stoneman, 1995), gli spin-off universitari sono molto sensibili a vari tipi di fallimento del mercato e un ruolo particolarmente rilevante nel loro successo è svolto dal contributo – nei termini di sostegno interno ed esterno erogato alle imprese per ovviare alla mancanza di risorse in innovazione e crescita (Smith e Ho, 2006; Bathelt et al., 2010) – offerto dal micro, meso e macro-contesto in cui sono localizzati (Baldini, 2010; Breznitz et al., 2008; Rasmussen et al., 2011). […]

Key-Words: Politiche di bilancio

Tabella 2 – Statistiche descrittive delle variabili

Tabelle 3a e 3b – Frequenze delle variabili

Tabelle 5 e 6 – Matrici di correlazione

Tabella 7 – Analisi di regressione

Fr

Un nuovo approccio statistico per l’individuazione delle manipolazioni degli utili: evidenze empiriche dal mercato italiano

Mediante uno studio di simulazione, questo articolo si propone di valutare l’efficacia nel mercato italiano dei metodi comunemente utilizzati nella letteratura nord-americana per individuare le manipolazioni di bilancio. Inoltre, viene proposta una nuova metodologia di stima degli accrual model – il modello delle misture – che non si basa su nessuna classificazione industriale e risolve alcuni dei problemi che questi metodi di indagine manifestano nei paesi con mercati finanziari di minori dimensioni. Dalle analisi svolte emerge che le tecniche d’indagine ampiamente utilizzate a livello internazionale sono efficaci anche nel nostro Paese e che il modello delle misture aumenta significativamente la potenza del test più efficace per ricercare la presenza di manipolazioni di bilancio. Complessivamente questi risultati indurrebbero a concludere che gli accrual model potrebbero essere utilizzati maggiormente dai ricercatori interessati ad investigare la presenza di politiche di bilancio in Italia.

_____________________________________

Accruals models are usually estimated cross-sectionally by year and by two-digit SIC code. This estimation approach, however, on the one hand is not applicable in small capital market countries, such as Italy, due to the lack of observations, and on the other hand relies on the implicit assumption of homogeneity of the accrual-generating processes within industries, which sometimes does not hold within two-digit SIC codes. We propose a new estimating technique, the mixture approach, which does not rely on industry classifications and allows researchers to estimate abnormal accruals for the vast majority of firms in small capital market countries. Our analyses suggest that accruals model tests are not less effective in Italy than in other countries and that the mixture approach provides the most powerful test for earnings management.

_

Keywords: earnings management, accruals models, abnormal accruals, mixture model.