Articoli

logoA.P.nuovo

Ipotesi di un sistema di indicatori per il monitoraggio delle condizioni finanziarie degli enti locali italiani basato sulla solvibilità

La recente crisi finanziaria internazionale e la normativa sul riequilibrio finanziario pluriennale (RFP) hanno fatto emergere difficoltà finanziarie rimaste latenti in passato. Tale incremento dei casi mette in serio dubbio l’efficacia degli strumenti di monitoraggio della salute della finanza locale, in primo luogo la capacità segnaletica dei parametri di deficitarietà (PD) e il rispetto del patto di stabilità interno (PSI). Il lavoro intende presentare un sistema di indicatori e margini finanziari che possa più adeguatamente mettere in evidenza le difficoltà finanziarie di un ente locale. Sulla base di un multiple case study composto da 10 enti locali dissestati, osservati su un lungo arco temporale, il sistema identificato fornisce un utile supporto nell’individuazione preventiva di problematiche finanziarie. Il lavoro fornisce osservazioni critiche sugli strumenti di monitoraggio sinora utilizzati, contribuendo anche al dibattito sulla formulazione degli indicatori di bilancio previsti dalla recente riforma dell’armonizzazione contabile.

______________________________________
In Italy, due to the recent international financial crisis and new accounting regulations, many cases have emerged of local governments in financial distress, which had remained latent in the past. This questions the effectiveness of the existing financial health monitoring systems, with specific reference to the traditional deficit parameters and the compliance with the Domestic Stability Pact. The paper proposes a possible set of financial indicators to better assess local governments’ financial health. Based on a multiple case study of 10 bankrupted local governments over almost a decade, the proposed financial indicators may offer a useful support in the early identification of a situation of financial distress. The paper provides a critical discussion of the current monitoring system and contributes to the ongoing debate on the financial indicators identified within the recent governmentaccounting harmonization reform.

Key words: Local government, Financial distress, Financial indicators

logoA.P.nuovo

Il contenuto manageriale del piano esecutivo di gestione armonizzato, il missed link necessario

Il lavoro approfondisce l’impatto che l’armonizzazione contabile, di cui al d.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., ha avuto sul processo decisionale negli Enti locali. In 13 comuni capoluogo di provincia dei 22 fin da subito ammessi alla sperimentazione del nuovo ordinamento contabile e che l’hanno portata avanti per l’intero triennio 2012-2014, è stato analizzato il piano esecutivo di gestione (PEG) e il suo processo di redazione. In tal modo si è inteso contribuire in modo complementare a quanto la letteratura ha già prodotto sul tema, circoscrivendo finora la propria attenzione al solo profilo contabile. Questo aspetto evidenzia come ad oggi l’adeguamento al nuovo ordinamento sia riferibile al profilo contabile in modo pressoché esclusivo a discapito di quello manageriale (il missed link), di cui in troppi casi gli stessi attori in campo non percepiscono l’esigenza. In particolare, dalla ricerca è emerso come, nonostante le dichiarate intenzioni della maggior parte dei responsabili del servizio di ragioneria, di voler condividere con gli altri colleghi dell’ente l’implementazione della riforma per un miglioramento della performance individuale e organizzativa, questo sia avvenuto in pochissimi casi. Essendo l’intero sistema decisionale ancora incentrato sulla contabilità a base finanziaria, è emerso come la maggioranza degli intervistati abbia continuato ad operare (passive use) senza cogliere l’opportunità offerta dalla riforma (purposeful use). Il lavoro si conclude evidenziando le criticità di un approccio ancora adempimentale della maggior parte dei comuni indagati e come queste criticità possano essere superate attraverso un miglioramento delle attività di controllo sull’ente locale e di formazione degli attori in gioco.

______________________________________
The paper explores the impact that accounting harmonization is having on decision-making at the local level. To this end, we carried out a survey focusing on the executive management plan (EMP) and its drafting process in 13 provincial capitals. Our contribution to the existing literature lies in that attention has so far been solely paid to the accounting dimension, whereas we tackle the managerial implications, which in too many cases are not perceived as important even by the players in the field (the “missed link”). The survey was based on Moynihan and Lavertu (2012). Our results show that the whole decisionmaking system is still focused on the traditional cash and commitment accounting bases and that the majority of respondents continue to operate (passive use) without seizing the opportunities offered by the reform (purposeful use). In the conclusions, the lack of controls and training are identified as the main problems to be overcome.

Key words: Performance Management, Budgeting, Executive Management Plan, Local Government

logoA.P.nuovo

Il bilancio consolidato negli enti locali: prime considerazioni sulla qualità della regolamentazione in Italia

Posizionandosi nel filone della regulation of accounting, parte del più ampio campo di ricerca dell’accounting regulation, l’articolo vuole contribuire al dibattito sulla qualità della regolamentazione, nel caso specifico riferita al bilancio consolidato negli enti locali italiani. Seguendo la catena causale della regulatory policy, il periodo di sperimentazione – quindi il primo bilancio consolidato – viene identificato come output del processo regolamentare. Dopo aver presentato il quadro teorico di riferimento, basandosi sul disclosure-scoring system, viene condotta un’analisi empirica sulle modalità di redazione del documento. I risultati evidenziano che, allo stato attuale, il bilancio consolidato non adempie completamente all’obiettivo di controllo della finanza pubblica.

___________________________________
The paper deals with the regulation of accounting, which is part of the wider research field of accounting regulation. Its purpose is to make a contribution to the debate on the quality of regulation, with specific respect to the consolidated financial reports of Italian local governments. Following the causal chain of regulatory policy, the experimentation period – and thus the first consolidated financial report – is identified as the output of the regulatory process. After describing the reference framework, the paper presents an empirical analysis based on the disclosure-scoring system. The results highlight that, currently, the consolidated financial report is not fulfilling its expected role as a tool for the control of public finances.

Key words: Consolidated report, Accounting regulation, Local government

logo azienda pubblica

L’applicazione del d.lgs. 150/2009 negli enti locali tra opportunità e rischi. L’esperienza del Comune di Livorno

Il tema della misurazione delle performance è ormai da tempo centrale anche nel settore pubblico, tuttavia, sia a livello nazionale che internazionale, viene sottolineato lo stadio di sviluppo ancora non particolarmente evoluto piuttosto elementare dei sistemi di misurazione. L’emanazione del d.lgs. 150/2009 ha indubbiamente rappresentato l’occasione per “rivitalizzare” l’attenzione sul tema che, nella visione del legislatore, viene affrontato ricomponendo a sistema una serie di valori che erano già presenti nelle riforme precedenti. Obiettivo del lavoro è quello di individuare, mediante l’analisi di un caso sulla base degli approcci teorici e delle prassi più evolute, quali siano alcune delle possibili condizioni e le soluzioni tecniche affinché l’applicazione del decreto 150/2009 possa costituire fattore di reale cambiamento nei processi di programmazione, controllo e valutazione delle performance.

_____________________________________

Performance measurement has taken on a central role also in the public sector. Nevertheless in both the national and the international context, the ongoing debate underlines that measurement systems are still at a basic stage of development. The issue of legislative decree n.150/2009 undoubtedly has represented an opportunity to “revive” interest in this subject which, from the legislator’s point of view, involves reconstructing a set of values that had already been introduced in earlier reforms. The aim of this paper is to identify, through the analysis of a case study using the most advanced theoretical approaches and practices, the conditions and technical solutions that would allow the application of decree 150/2009 to be a real driver of change in the processes of planning, control and evaluation of performance.

_

Key words: Performance measurement and evaluation, Local government

Fr

Socio-environmental reporting trends in the Italian local government: Thrive or wither?

Social and environmental reporting (SER) in the public sector has been widelydiscussed in the last years (Gray et al., 1996; Mathews, 1997; Parker 2005; Guthrieand Abeysekera, 2006; Guarini, 2002; Hinna 2004; Marcuccio and Steccolini,2005). However, despite the interest in this area of research, there are still a numberof calls to deepen the study of SER in the public sector (Lewis, 2008; Grubnikand Ball, 2007). In Italy, the literature shows the risk of adopting SER as a managementfashion, more than a conscious process of organizational change (Marcuccioand Steccolini, 2005). This paper investigates about the reasons for theadoption and eventual abandonment of SER by local government in Italy.

_

Keywords: Social reporting, environmental reporting, local government, adoptionand abandon of SER

logo azienda pubblica

L’introduzione del Performance Measurement, Management and Improvement: l’esperienza di alcune amministrazioni locali italiane

La performance nell’Amministrazione Pubblica è argomento che suscita interesse nella dottrina e nella prassi in molti Paesi (OECD 1997). In Italia il d.lgs. 150/2009 ha richiamato l’attenzione sui sistemi di misurazione e gestione delle performance. Per evitare che si ripresenti il divario tra quanto previsto a livello normativo e quanto realizzato, massima attenzione deve essere posta alle condizioni di avvio e al processo d’implementazione. La ricerca presenta il processo di avvio del “Ciclo della Performance” in quattro Comuni italiani e analizza se esistono e quali sono le condizioni che ne hanno favorito lo sviluppo e le criticità emerse.

_____________________________________

The performance in the public administration is a subject that arouses interest in doctrine and practice in many countries (OECD 1997). The Italian Legislative Decree no. 150/2009 has drawn attention to the systems of measurement and performance management. To avoid any repetition of the gap between what is expected and what has been achieved at the regulatory level, attention should be given to starting conditions and the implementation process. The paper examines the boot process of the “Cycle of Performance” in four Italian cities and analyzes if any, and what are the conditions that have facilitated the development and the problems that emerged.

_

Key words: Performance Measurement, Management and Improvement, Cycle of Performance, Local government

logo azienda pubblica

Alla ricerca dei fattori rilevanti nell’adozione dei sistemi di gestione della performance nelle amministrazioni pubbliche territoriali. L’analisi di due casi di studio

La ricerca scientifica ha dimostrato che la gestione della performance nelle amministrazioni pubbliche sta oggi spostando il proprio focus dalla mera attività di raccolta e rendicontazione di dati alla generazione di informazioni atte a supportare la formulazione di decisioni. L’analisi comparativa dei casi di studio analizzati in questo articolo mira ad identificare i fattori critici sottostanti alla progettazione e all’ utilizzo dei sistemi di gestione della performance nelle amministrazioni regionali. Da questa analisi emerge che alcune variabili risultano essenziali ai fini di un’efficace adozione dei sistemi di performance management. Tra queste variabili sono annoverabili: il ruolo della legislazione, le doti di leadership degli amministratori, e le caratteristiche degli indicatori di performance adottati. Con questo lavoro ci si auspica di poter suscitare nel management delle amministrazioni regionali la consapevolezza che la leadership e le competenze professionali sono fattori decisivi per supportare una progettazione e adozione dei sistemi di gestione della performance, che vada oltre la ricerca dell’adempimento formale di prescrizioni normative.

______________________________________

The literature has shown that the focus on performance management is shifting from collecting and reporting data to actually using them for decision making. The comparative case-study analysis presented in this article aims to identify the critical factors for adopting and implementing relevant performance management systems in regional governments. The evidence emerging from this casestudy analysis finds that certain variables are essential to advancing our progress in performance management, including the role of legislation, the need for leadership, and the characteristics of performance indicators. The hope of this research is to encourage regional administrators to embrace leadership roles in interpreting and applying legal frameworks for realizing the benefits of performance management.

_

Key words: Performance Management Cycle, Local Government, Comparative Analysis