Il governo aziendale tra tradizione e innovazione

Anteprima

Il termine “governo aziendale”, in chiave prescrittiva, sintetizza la capacità di guidare l’azienda in condizioni di economicità durevole, mediante il coordinamento delle operazioni di gestione e la composizione delle forze interne ed esterne. In tale prospettiva, si intende porre l’attenzione sul carattere economico del governo aziendale e sul contributo offerto dagli studi di Ragioneria e di Economia Aziendale.

Si ritiene, in particolare, che il governo aziendale si realizzi a partire dall’osservazione della dinamica aziendale e ambientale, ma presupponga anche la capacità di generare, su quella base, conoscenza e di guidare i collegati processi gestionali ed organizzativi.

L’integrazione informativa e la generazione di conoscenza si formano sul passato ma devono guidare il futuro, spingono i sistemi di governo aziendale all’innovazione dei prodotti e dei processi aziendali, per far fronte al contesto ambientale sempre più complesso e turbolento, ma senza perdere i valori di fondo della tradizione e della cultura aziendale. L’integrazione informativa, gestionale e organizzativa si accompagna dunque all’integrazione tra innovazione e tradizione e determina le diverse prospettive del governo aziendale e della creazione di valore.
A tal fine il volume si articola nelle seguenti sezioni:
1) Bilancio e principi contabili;
2) Valutazione d’azienda;
3) Bilancio e comunicazione finanziaria, economica e sociale;
4) Controllo di gestione, costi-performance;
5) Reti e controllo relazionale;
6) Strategie di sviluppo, risanamento e cooperazione;
7) Governance e controlli interni;
8) Imprenditorialità e family business;
9) Amministrazioni pubbliche;
10) Aziende sanitarie;
11) Università;
12) Aziende non-profit, etica e responsabilità sociale.