Il contratto di rete tra le aziende che operano nel settore sanitario: il caso “Rete Salute per il Veneto”

Anteprima

Il presente studio si concentra sui “contratti di rete” formalizzati tra due o più aziende che operano nel settore sanitario al fine di evidenziare la capacità di questo nuovo strumento di consentire una collaborazione di successo in grado, da un lato, di sostenere la crescita e la competitività delle aziende che hanno aderito al contratto; dall’altro di realizzare sul territorio, un modello di offerta di servizi sanitari più efficiente e che genera benefici per la collettività. Dal punto di vista metodologico dopo aver inquadrato l’importanza del ricorso alla logica di rete nel settore in esame e dopo aver presentato l’istituto del contratto di rete, per evidenziarne l’utilità, attraverso alcuni dati estratti dalla banca dati di Infocamere (2017), si è presentato il quadro nazionale dei contratti di rete stipulati nel settore. Successivamente, è stato preso in esame un caso di studio per individuare e mettere in evidenza i punti di forza e le ragioni per cui il contratto di rete potrebbe determinare vantaggi sia per le aziende associate (es. riduzione dei costi operativi, godimento di benefici fiscali, accesso ai finanziamenti per la ricerca e / o l’ informatizzazione delle strutture), sia per gli utenti delle strutture sanitarie che aderiscono al contratto di rete (es. prezzi standardizzati, miglioramento della supply chain e dei processi di erogazione delle prestazioni, maggiore qualità dei servizi di assistenza sanitaria rapida comunicazione dei dati sanitari…). Lo studio ha sia implicazioni teoriche in quanto contribuisce alla letteratura sul contratto di rete, istituto che adottato dalle aziende del settore sanitario può avere effetti e ricadute non solo di natura economica ma anche sociale; sia implicazioni pratiche legate alla necessità di implementare le politiche a sostegno di questo strumento, soprattutto nel settore sanitario.

____________________________________________________
The study focuses on the “Network contracts” formalized in the healthcare sector to highlight the capacity of this new tool to allow a successful collaboration that might be able, on the one hand, to support growth and the competitiveness of companies that have signed the contract (through the reduction in operating costs, the enjoyment of tax benefits, the access to funding and grants for research and /or computerization of facilities and structures); on the other hand, to realize on the territory, a social and healthcare delivery model that is more efficient, and that generates benefits for collectivity (eg. standardized prices, improved supply chain and distribution processes of the healthcare service, more quality health care services to consumers, rapid communication of health data). To analyse the usefulness of network contracts, this study uses a descriptive statistics, based on a secondary data review, to drawing a picture of the networks created in the Italian healthcare sector. More key information were identified online, and a Case study was considered to identify and highlight the points of strength and the reasons why the network contract could make benefits for the associated companies and for the collectivity. The paper has theoretical implications contributing to the literature on networks contract, by identifying a new mechanism that could support the collaboration between the public and private companies that work in the healthcare sector; and practical implications related to Governments’ suggestion of new policies capable of supporting this tool and its diffusion in the healthcare sector.

Keywords: network contract, healthcare sector, Business Combinations

Bibliografia
  1. Antonelli V. (2000), Le relazioni trasversali tra aziende. Strutture e funzionamento, Torino: Giappichelli.
  2. Arcari A.M (1996), Il coordinamento e il controllo nelle organizzazioni a rete, Milano: EGEA.
  3. Aureli S., Ciambotti M., Del Baldo M. (2011), “Inter-organizational networks as a strategic response to current economic challenges. The Italian experience of the “network contract”: analysis of networks formation, goals and governance”, in Atti del 25th RENT Anniversary Conference ‘Entrepreneurial, Business and Society, Bodo, Norway, November 16-18, 2011 (ISSN: 2219 5572).
  4. Bert ini U. (1990), Il sistema aziendale. Schemi di analisi, Torino: Giappichelli.
  5. Cafaggi F. (a cura di) (2009), Il contratto di rete. Commentario, Bologna: Il Mulino.
  6. Cafaggi F. (2011), “Il contratto di rete nella prassi. Prime riflessioni”, I Contratti, 5, pp. 504-515.
  7. Carbone C. (2013), Le aziende sanitarie private accreditate. Regole e posizionamento strategico, Milano: EGEA.
  8. Campedelli B., Cantele S., Mart ini M.,(2014), “Reti di imprese nel contesto italiano: l’incontro tra normativa e prassi”, in E. Laghi, G. Zanda (a cura di), Scritti in onore di Capaldo, Milano: EGEA.
  9. Capaldo A. (2004), Strategia, reti di imprese e capacità relazionali, Padova: Cedam.
  10. Caprara A. (2015), “Il contratto di rete e gli adempimenti pubblicitari: le pubblicità del contratto”, Giurisprudenza commerciale, 42 (1), pp. 113-130.
  11. Caputo F., Livieri B., Venturelli A. (2014), ”Intangibles and Value Creation in Network Agreements: analysis of Italian firms”, Control Management, 2, pp. 45-70.
  12. Carbone C, Lega F., Prenestini A. (2010), Governance e organizzazione delle Aziende Ospedaliero-Universitarie, Milano: EGEA.
  13. Cassandro P.E. (1982), I gruppi aziendali, Bari: Cacucci.
  14. Cirianni F. (2010), “Il contratto di rete”, Notariato, 4, pp.442-448.
  15. Corsalini E., Vendramini E. (a cura di) (2010), Integrare la rete dei servizi territoriali. Contenuti, forme e risultati delle best practice in Italia, Milano: EGEA.
  16. D’Amico L., Di Cimbrini T. (2010), “Le aggregazioni d’imprese e la formazione dei gruppi”, in L. Marchi, M. Zavani, S. Branciari, Economia dei gruppi e bilancio consolidato, Torino: Giappichelli.
  17. Del Gesso C. (2014), La visione sistemica dell’Azienda sanitaria pubblica. Tendenze evolutive dell’organizzazione, della gestione e della rilevazione nel sistema di tutela della salute, Milano: Franco Angeli.
  18. Fazzini M. (2006), Aggregazioni, accordi e alleanze tra imprese, Milano: Franco Angeli.
  19. Fosti G. (a cura di), (2013), Rilanciare il welfare locale. Ipotesi e strumenti: una prospettiva di management delle reti, Milano: Egea.
  20. Galassi G. (1969), Concentrazione e cooperazione interaziendale, Milano: Giuffrè.
  21. Guerrera F. (2012), “Brevi considerazioni sulla governance nei contratti di rete”, Contratto e impresa, 2, pp. 348-355.
  22. Lai A. (1991), Le aggregazioni di imprese. Caratteri istituzionali e strumentali per l’analisi economico-aziendale, Milano: Franco Angeli.
  23. Lai A., Lionzo A., Stacchezzini R., Rossignoli F. (a cura di) (2014), Dall’impresa al network. Profili di governance e modelli di business, Milano: Franco Angeli.
  24. Lecci F., More lli M., (2011), “Governo dei costi e cambiamento aziendale. La lunga strada verso l’integrazione”, Mecosan, 20 (80), pp. 47-73.
  25. Longo F., Del Vecchio M., Lega F.(2010), La sanità futura. Come cambieranno gli utenti, le istituzioni, i servizi e le tecnologie, Milano: Egea.
  26. Lorenzoni G. (a cura di) (1992), Accordi, reti e vantaggio competitivo, Le innovazioni nell’economia d’impresa e negli assetti organizzativi, Milano: Etas Libri.
  27. Lorenzoni G. (a cura di) (1997), Architetture reticolari e processi di internazionalizzazione, Bologna: Il Mulino.
  28. Mart inelli M. (2003), Programmazione e controllo del costo del personale nelle aziende sanitarie, Milano: Giuffrè Editore.
  29. Meneguzzo M. (a cura di) (1995), Strategie e gestione delle reti di aziende sanitarie, Milano: EGEA.
  30. Prenestini A, Carbone C., Giusepi I., Lega F., Flor L., Garbelli C., (2011), “Logiche e modelli organizzativi per le reti ospedaliere: analisi di due casi aziendali”, in Cantù E. (a cura di), L’aziendalizzazione della sanità in Italia. Rapporto OASI 2011, pp. 435-465, Milano: EGEA.
  31. Prenestini A., Valotti G., (2012), “Controllo delle strategie e performance management nelle Aziende Sanitarie Pubbliche”, in AA.VV., Strategia e performance management nelle Aziende Sanitarie Pubbliche, pp. 89-105, Milano: EGEA.
  32. Soda G. (1998), Reti tra imprese – Modelli e prospettive per una teoria del coordinamento, Roma: Carocci.
  33. Tafuro A. (2011), “Il contratto di rete: una lettura in chiave economicoaziendale”, Rivista dei dottori commercialisti, 3, pp. 643-662.
  34. Travaglini G. (2011), “Aggregazione di imprese e contratto di rete (Aggregation of firms and network agreement)”, Argomenti, 31, pp. 5-34.
  35. Yin K.R., Case Study Research. Design and Methods, London: Sage Publications, Inc.,1984.
  36. Yin K.R., Application of Case Study Research., London: Sage Publications, Inc.,1993.