Il bilancio consolidato degli enti locali nel processo di armonizzazione contabile

Anteprima

L’introduzione del bilancio consolidato del “gruppo pubblico” ha rappresentato una delle innovazioni più complesse nel panorama della riforma contabile degli enti locali. Tale documento presuppone l’esistenza di una cultura contabile evoluta, di capitale umano qualificato che abbia ben compreso la finalizzazione e le caratteristiche della contabilità economicopatrimoniale, su cui il bilancio consolidato si fonda. È necessario cambiare prospettiva nei rapporti con le entità partecipate, in quanto deve essere valorizzato il concetto di controllo e di indirizzo, non trattandosi solo di una mera questione contabile ma della rappresentazione di tutto il gruppo facente capo all’ente locale. È importante definire il ruolo concreto del bilancio consolidato come strumento di programmazione strategica e di indirizzo delle scelte operative.
Appare di grande interesse esaminare la situazione italiana in merito alla comprensione e diffusione del bilancio consolidato. Il volume pone l’accento su alcuni macro-temi di particolare rilievo: la finalità del bilancio consolidato e la coerenza della regolamentazione; le modalità di definizione del gruppo pubblico locale e dei suoi confini; le scelte di consolidamento dei conti; gli impatti organizzativi; il confronto internazionale; le problematiche di natura operativa; le modalità valutative della sostenibilità economico-finanziaria.