I sistemi di misurazione della performance nelle università: considerazioni critiche sul sistema italiano

Anteprima

Nelle istituzioni universitarie dei Paesi ad economia avanzata sono da tempo in uso sistemi di misurazione della performance, sviluppatisi in parte per effetto delle riforme intervenute in adeguamento alle logiche del New Public Management e in parte a seguito dei processi di armonizzazione dei sistemi educativi che hanno interessato, in particolare, i Paesi Europei. Il presente studio, dopo aver passato in rassegna i sistemi di misurazione della performance adottati nei principali Paesi Europei, analizza in maniera critica l’evoluzione del sistema italiano. Segnatamente, vengono brevemente tracciati gli elementi che caratterizzano i tre aspetti oggetto di valutazione: l’attività di ricerca e didattica, l’attività amministrativa, il trasferimento tecnologico. Il lavoro si concentra in particolare sulle linee guida emanate di recente dall’Agenzia Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) in relazione all’attività amministrativa. Dalla lettura critica dei sistemi attualmente in uso, in particolare in comparazione con i sistemi già ampiamente adottati in altri Paesi, emerge la necessità di acquisire una visione olistica della performance dell’università, per una considerazione unitaria dei risultati raggiunti nel perseguimento delle tre principali missioni che ogni ateneo è chiamato a realizzare.

 

Key-Words: contabilità bilancio e reporting delle università, Sistemi di misurazione della performance, Università, linee guida ANVUR