I confini incerti dell’armonizzazione contabile delle pubbliche Amministrazioni italiane: una antologia di casi controversi

Anteprima

L’armonizzazione contabile delle pubbliche Amministrazioni italiane prende concreto avvio con la L.196/2009. Tale norma definisce un ambito di applicazione che genera una miriade di situazioni controverse, soprattutto in comparti diversi da quello degli Enti territoriali. L’obiettivo del presente lavoro consiste nell’analizzare e identificare l’effettivo insieme di aziende e di unità istituzionali soggette alle norme sull’armonizzazione contabile pubblica, circoscrivendo gli elementi di incertezza emersi in questi anni. La ricerca ha tenuto conto delle connessioni interdisciplinari ed è stata condotta con un metodo deduttivo-induttivo, coerente con l’approccio economico aziendale. Dall’indagine emerge la necessità di definire con maggior chiarezza l’ambito di applicazione delle norme sull’armonizzazione contabile. Con tale proposito, nelle conclusioni, è stata individuata una soluzione  normativa compatibile sia con la Costituzione italiana e con la normativa comunitaria sia con gli assunti teorici dell’economia aziendale.

__________________________________________________

Accounting harmonisation within the Italian Public Entities was implemented, in concrete terms, with Law 196/2009. This law defines a scope of application that generates a myriad of controversial situations, especially within areas other than those of the local bodies. The objective of this work is to analyse and identify the actual group of institutional units and companies subject to the standards and regulations for public accounting harmonisation, by circumscribing the elements of uncertainty that have emerged in recent years. The research has taken into account interdisciplinary links and has been carried out with a deductive-inductive method, in line with the business economics approach. The investigation reveals the need to define, with greater clarity, the scope of application of the accounting harmonisation standards and regulations. With this aim, the conclusions have identified a regulatory solution that is compatible with the Italian Constitution, the EU law, and the theoretical assumptions of business economics.

Keywords: accounting harmonisation, definition of Public Entity, ISTAT-S.13 list

Bibliografia
  1. Amaduzzi A. (1978), L’azienda nel suo sistema e nell’ordine delle sue rilevazioni, Torino: Utet.
  2. Anessi Pessina E. (2005), “La contabilità economico-patrimoniale nelle aziende pubbliche: dal “se” al “come””, Azienda Pubblica, 18(4), pp. 567-589.
  3. Borgonovi E. (1996), Principi e sistemi aziendali per le amministrazioni pubbliche, Milano: EGEA.
  4. Buscema S. (1990), Trattato di contabilità pubblica, Vol. V, La contabilità degli enti istituzionali, Milano: Giuffré.
  5. Caperchione E. (2000), Sistemi informativo-contabili nella Pubblica Amministrazione. Profili comparati, evoluzione e criteri per la progettazione. Milano: EGEA.
  6. Carini C., Rocca L., Teodori C., Veneziani M. (2016), “Il bilancio consolidato negli enti locali: prime considerazioni sulla qualità della regolamentazione in Italia”, Azienda pubblica, 29(2), pp.145-169.
  7. Cassandro P.E. (1970), Le gestioni erogatrici pubbliche, Torino: Utet.
  8. Cassese S. (2000), Le basi del diritto amministrativo, Milano: Garzanti.
  9. Cerulli Irelli V. (1994), “«Ente pubblico»: problemi di identificazione e disciplina applicabile” in Cerulli Irelli V., Morbidelli G. (a cura di), Ente pubblico ed enti pubblici, Torino: Giappichelli.
  10. Corbetta P. (2003), La ricerca sociale: metodologia e tecniche. III. Le tecniche qualitative, Bologna: Il Mulino.
  11. D’Alessio L. (a cura di) (2005), Enti strumentali regionali e loro accountability. Il caso Lazio, Milano: Franco Angeli.
  12. Ferr aris Franceschi R. (1978), L’indagine metodologica in economia aziendale, Milano: Giuffré.
  13. Ferrero G. (1968), Istituzioni di economia d’azienda, Milano: Giuffrè.
  14. Fissi S., Gori E. (2013), Politiche e performance del social housing. Il caso italiano, Rimini: Maggioli.
  15. Giovanelli L. (a cura di) (2006), Contabilità dello Stato e sistema europeo dei conti (SEC95) nella prospettiva comunitaria, Milano: Giuffrè.
  16. Giungato G., Mancini A. (2017), “Il conto consolidato delle Amministrazioni pubbliche”, Rivista della Corte dei Conti, 3/4, pp. 606-611.
  17. Gnes M. (2017), “Le definizioni di pubblica amministrazione”, in Mattarella B.G., D’Alterio E. (a cura di), La riforma della pubblica amministrazione, Milano: Il Sole 24 Ore.
  18. Grandis F.G. (a cura di) (2005), Enti strumentali regionali e loro accountability. Il caso Marche, Milano: Franco Angeli.
  19. Grandis F.G. (2013), Il Sistema contabile degli Ordini professionali, Milano: Giuffrè.
  20. Grandis F.G., Mattei G. (2014a), L’armonizzazione delle Amministrazioni pubbliche in contabilità civilistica, Milano: Giuffrè.
  21. Grandis F.G., Matte i G. (2014b), “L’elenco ISTAT e la nozione di «pubblica Amministrazione»”, Rivista della Corte dei Conti, 1/2, pp.523-541.
  22. Grossi G., Gardini S. (2013), “Il bilancio consolidato”, in Ziruolo A., Contabilità e bilancio degli enti locali. Tendenze evolutive e applicative, Rimini: Maggioli.
  23. Grossi G., Steccolini I., (2008) “Il bilancio consolidato negli enti locali: principi contabili e condizioni operative”, Azienda pubblica, 21(4), pp.395-411.
  24. Lamandini M. (1995), Il “controllo”. Nozioni e “tipo” nella legislazione economica, Milano: Giuffrè.
  25. Lubert i A. (2013), “L’impugnazione degli atti ricognitivi delle pubbliche amministrazioni secondo la legge di stabilità 2013”, Rivista della Corte dei Conti, 5/6, pp. 571-578.
  26. Manassero L. (2016), “L’evoluzione del trattamento economico e giuridico del personale delle società in house”, in Fimmanò F., Catricalà A. (a cura di), Le società Pubbliche, Napoli: Giapeto editore.
  27. Mariani P. (2013), “L’ambito di applicazione del titolo primo del decreto legislativo 118 del 2011: gli enti e gli organismi strumentali”, La finanza locale, 2, pp. 63-66.
  28. Melis G. (a cura di) (2004), Enti strumentali regionali e loro accountability. Il caso Sardegna, Milano: Franco Angeli.
  29. Moscarini F. (2006), “La nozione di «controllo» nella disciplina del bilancio consolidato. Confronto con principi contabili internazionali”. Rivista Italiana di Ragioneria e di Economia Aziendale, 3/4, pp. 168-183.
  30. Mussari R. (2012), “Brevi considerazioni sui mutamenti in atto nei sistemi di contabilità pubblica”, Azienda pubblica, 25(1), pp.11-21.
  31. Mussari R. (2017), Economia delle amministrazioni pubbliche, Milano: McGraw-Hill Education.
  32. Onida P. (1971), Economia d’azienda, Torino: Utet.
  33. Paoloni M., Grandis F.G. (2007), La dimensione aziendale delle Amministrazioni pubbliche, Torino: Giappichelli.
  34. Pozz oli S., Mazz ott a R. (2012), “Un processo di armonizzazione che mortifica la contabilità pubblica”, Azienda pubblica, 25(1), pp. 69-82.
  35. Presti G., Rescigno M. (2006), Corso di diritto commerciale, Bologna: Zanichelli.
  36. Puddu L. (a cura di) (2006), Enti strumentali regionali e loro accountability. Il caso Piemonte, Milano: Franco Angeli.
  37. Ricci P. (a cura di) (2005), Enti strumentali regionali e loro accountability. Il caso Campania, Milano: Franco Angeli.
  38. Rinaldi L. (a cura di) (2011), Bilancio consolidato, IV ed., Milano: Il Sole 24 Ore.
  39. Soverchia M. (2008), L’armonizzazione contabile delle Amministrazioni Pubbliche. Attori, processi, strumenti, Milano: Giuffrè.
  40. Terzani S. (1992), Il bilancio consolidato, Padova: Cedam.
  41. Torrente A., Schlesinger P. (1999), Manuale di diritto privato, XVI ed., Milano: Giuffrè.