Il Gruppo di Lavoro si propone di esaminare criticamente le novità legislative in materia d’informazione obbligatoria d’impresa, anche alla luce della emanazione dei nuovi principi contabili da parte dell’Organismo Italiano di Contabilità. L’obiettivo risiede nella individuazione di strumenti concettuali e operativi che siano di ausilio per coloro i quali sono chiamati a preparare, utilizzare e interpretare i “nuovi bilanci” delle società destinatarie della normativa civilistica.

Il nuovo quadro normativo, infatti, ci consegna un bilancio di esercizio significativamente diverso dal precedente, sotto diversi profili:

    • nell’ambito dei principi generali, ove “irrompe” il postulato della rilevanza informativa il quale, assieme al già vigente obbligo di deroga in casi eccezionali, amplifica il potere discrezionale degli amministratori nella disapplicazione delle norme codificate, nel nome della sovra-ordinata clausola della rappresentazione veritiera e corretta (a ciò si aggiungano le ulteriori possibili riflessioni sul principio della prevalenza della sostanza sulla forma);
    • riguardo ai criteri di valutazione, ove l’introduzione del criterio del costo ammortizzato, della contabilizzazione dei derivati e di altre regole (si pensi alla considerazione del fattore temporale per talune attività e passività) ampliano notevolmente i casi di abbandono del tradizionale criterio del costo storico (finora limitati, sostanzialmente, alle partecipazioni immobilizzate in imprese controllate e collegate, ai lavori in corso su ordinazione e alle attività e passività espresse in valuta estera);
    • nell’ambito dei prospetti contabili, ove viene introdotto l’obbligo di redazione del rendiconto finanziario, senza tuttavia la prescrizione di uno schema vincolante, e si modificano non poco gli schemi di stato patrimoniale (si pensi alla maggiore articolazione di alcune categorie di valori o alla diversa rappresentazione delle azioni proprie) e di conto economico (eliminazione dell’area straordinaria);
    • riguardo alle nuove informazioni da fornire in nota integrativa;
    • con riferimento alle agevolazioni concesse alle imprese di minori dimensioni, per cui al bilancio abbreviato viene ad affiancarsi un ulteriore livello di semplificazioni per le cosiddette micro-imprese.

Coordinatori

Prof. Stefano Adamo

Prof.ssa Anna Maria Fellegara

Prof. Alberto Incollingo

Prof. Andrea Lionzo

Elenco Componenti

Professore Ordinario
Salento
Professore Ordinario
Napoli Federico II
Professore Ordinario
Piemonte Orientale
Professore Associato
Salento
Professore Associato
Torino
Ricercatore
Roma Foro Italico
Professore Ordinario
Seconda Univ. Napoli
Professore Associato
Napoli Federico II
Professore Ordinario
Pisa
Ricercatore
Brescia
Professore Ordinario
Milano-Bicocca
Socio Ordinario
Politecnico Di Milano
Professore Ordinario
Genova