La commissione intende formulare proposte relativamente ai sistemi di valutazione della ricerca:

1) per incentivare una ricerca rigorosa dal punto di vista scientifico e rilevante per i portatori d’interesse (le imprese, le istituzioni, il territorio); una ricerca che dovrebbe generare conoscenza come risorsa competitiva, capace di contribuire allo sviluppo del nostro Paese

2) per valorizzare le riviste italiane, la cui apertura internazionale è condizione non rinunciabile, tanto quanto il ruolo di sede privilegiata per lo sviluppo e la diffusione di quei contenuti della ricerca economico-aziendale che hanno riferimenti peculiari nel nostro paese

3) per individuare i connotati specifici di contenuto affinché le riviste vengano considerate come appartenenti al dominio scientifico-disciplinare dell’area economico-aziendale; l’accettazione delle valutazioni bibliometriche, accanto alla peer review, implica che la collocazione della rivista all’interno di una data lista disciplinare sia rilevante perché qualifica il contenitore cioè la rivista (e non solo i contenuti) come proprio dello stesso ambito disciplinare

Componenti

Riccardo Palumbo (coordinatore)

Stefano Adamo

Elio Borgonovi

Adele Caldarelli

Alberto Quagli

Ugo Sostero